Enel punta sul digitale e investe 24,6 miliardi

0
901
Enel e-Solutions

Enel investe sul digitale e stanzia 24,6 miliardi di euro in due anni per massimizzare la sua presenza in Italia, Spagna, Nord e Centro America.

L’obbiettivo è ambizioso: 3,3 miliardi di margine nel 2020, dei quali 2,9 derivanti dal settore retail di elettricità e gas e 400 milioni da e-Solutions.

La divisione e-Solutions guidata da Francesco Venturini opererà sul mercato nel 2018 con il nuovo marchio Enel X che comprenderà 4 linee di prodotti:

  • e-Industry;
  • e-Mobility;
  • e-Home;
  • e-City;

Vediamole una ad una: e-Industry è pensata per i grandi clienti commerciali e industriali e prevede servizi di «flessibilità» molto interessanti ed innovativi. Con e-Mobility Enel si rivolge a tutti i tipi di clienti, da quelli residenziali a quelli industriali, passando anche per quelli pubblici. Lo scopo ultimo dell’azienda è diventare leader tecnologico nel settore. Con e-Home si pensa ad offrire soluzioni per i clienti residenziali come l’installazione, la manutenzione e l’eventuale riparazione di sofisticate soluzioni tecnologiche per la casa.

Infine, con e-City, Enel propone servizi di energia integrati per le pubbliche amministrazioni e anche soluzioni per la connettività in fibra ottica.

Enel insomma punta a ridisegnare le reti delle nostre città, ma anche a rendere le nostre case sempre più moderne ed “intelligenti”. Gli investimenti ci sono, il desiderio di innovare anche, l’entusiasmo non manca e senza dubbio neppure l’esperienza, non ci resta che attendere per scoprire se le ambizione previsioni di crescita del gruppo verranno centrate o meno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here