Home News Borsa La Banca Nazionale Svizzera vola in Borsa

La Banca Nazionale Svizzera vola in Borsa

La Banca Nazionale Svizzera vola in Borsa
215
0
Banca Nazionale Svizzera

Da metà luglio la Banca Nazionale Svizzera vola in Borsa, con il +50%. Nei giorni scorsi, a Zurigo il titolo della banca ha chiuso a 2.961 franchi, toccando così il +0,48%, dopo aver superato la soglia dei 3mila franchi durante le contrattazioni.

Il superamento della soglia dei 3mila franchi era già avvenuto una decina di giorni fa ed era stato seguito da un piccolo ripiegamento e poi da una decisa ripresa, con rialzi molto significativi.

Il mese di agosto è stato decisamente da record per BNS, che rispetto a metà luglio ha visto un’ascesa del suo titolo di circa il 50%. Se poi confrontiamo i dati con quelli dello scorso anno vediamo come la crescita sia stata addirittura del 100%.

Già prima dell’estate, in particolare nel mese di aprile, il titolo aveva mostrato un’inusuale attività al rialzo, tanto da attirare l’attenzione della stampa specializzata. In quel momento la quotazione era attorno ai 1.760 franchi, ben lontana da quella attuale, ma comunque ottima se confrontata con il valore di 1.100 franchi della primavera del 2016.

La Banca Nazionale Svizzera è controllata dallo stato, ma ha anche azionisti privati che di certo avranno accolto molto bene l’attuale andamento dei suoi titoli.

La Bns è impegnata a difendere la stabilità dei prezzi e a frenare l’apprezzamento del franco, che potenzialmente può creare problemi all’export svizzero. Evidentemente fa bene il suo lavoro o comunque questo deve ritenere il mercato, visto l’apprezzamento crescente nei suoi confronti.

Investire in una banca potrebbe sembrare qualcosa di strano, ma se si punta ai risultati sono solo i numeri a parlare.

L’istituto centrale elvetico intanto non commenta in nessun modo i movimenti delle sue azioni e per molti operatori questa salita a razzo resta veramente difficile da spiegare.

A complicare ulteriormente lo scenario ci sarebbero poi insistenti voci, non confermate, su una possibile offerta di acquisto per i titoli sul mercato da parte della stessa Bns. Sull’altro fronte cresce l’interesse degli investitori tedeschi.

Come sempre, quando un’azione cresce in modo così rilevante, tutti vogliono accaparrarsela e le dinamiche possono diventare molto complesse. Senza dubbio il caso è interessante e merita di essere quantomeno monitorato.